Storia

Le tante storie di una storia

Astucci e scatole rivestite. Questi i prodotti di Pusterla 1880 che, a dispetto delle apparenze, non sono il frutto di un semplice lavoro di macchina, bensì di una specializzazione che nasce e si sostanzia nell’abilità di interpretare le esigenze degli utilizzatori.
Su questi fondamenti si è costruita Pusterla 1880, la cui storia – iniziata a fine ‘800 con Alessandro Pusterla – è stata fatta da uomini che hanno speso il proprio sentimento comune nel cercare di fare di più e meglio.
Così, in un succedersi di date è possibile riconoscere il vissuto di generazioni, la volontà di fare e la capacità di immaginare il futuro:
● 1880. Alessandro Pusterla fonda la società A. Pusterla – scatolificio con litografia per la confezione a vapore di scatole in legno e cartone.
● 1922. L’azienda diventa di proprietà della famiglia Meana, che tuttora la guida.
● 1948. Inizia la produzione di astucci pieghevoli.
● 1960. La cartotecnica entra anche nel settore cosmetico e della profumeria.
● 1984. Inaugurazione dello stabilimento di Venegono Inferiore.
● 1997. Prima certificazione UNI EN ISO 9002.
● 1999. Acquisizione in Francia di Coffrets Création.
● 2004. Anno di fondazione in Romania di Dacica Teca.
● 2005. Centoventicinque anni: astucci “belli e ben fatti”.
● 2009. Acquisizione di Cartonnages Cazelles e Termoformages Tepor, sempre in Francia.
● 2009 Nasce Pusterla 1880 SpA.
In questi eventi c’è tutto il modo di essere di Pusterla 1880, il cui obiettivo è di rendere concrete idee e progetti di altri, coniugando estetica ed esigenze tecniche.
● 2013 Acquisizione di minoranza della London Fancy Box
● 2013 Il 7 dicembre viene a mancare l’Architetto principale attore dal 1973 ad oggi; il Figlio Luca e il nipote Roberto Marini continuano a Dirigere l’azienda familiare

Un ricordo scritto in memoria dell’Architetto da Luciana Guidotti e Stefano Lavorini di Italiaimballaggio.

Questo post è disponibile anche in: Inglese, Francese