Codice Etico

Approvato nell’adunanza del Consiglio di Amministrazione di Pusterla 1880 S.p.A. del xxx 2019

Roberto MARINI Luca MEANA

1.Premessa e obiettivi

Il presente Codice Etico (di seguito il “Codice”) esprime con chiarezza i valori e le responsabilità che il Gruppo Pusterla 1880, ossia di Pusterla 1880 SpA e tutte le società dalla stessa controllate in via diretta o indiretta in Italia e all’estero (di seguito “Pusterla 1880”) riconosce, accetta, condivide e assume nello svolgimento della propria attività con l’obiettivo e la necessità di tenere in considerazione i legittimi interessi delle parti interessate all’attività aziendale (“Stakeholder”). Gli impegni e le responsabilità etiche di Pusterla 1880, anche attraverso il presente Codice, sono diretti a creare soddisfazione per i propri clienti, valore per gli azionisti e crescita professionale per i dipendenti ed i collaboratori. Il Codice costituisce, pertanto, un insieme di principi la cui osservanza da parte di tutti coloro cui è indirizzato è di fondamentale importanza per il regolare funzionamento, l’affidabilità della gestione e l’immagine di Pusterla 1880.

Con l’adozione del Codice, più precisamente, Pusterla 1880 si è voluta dotare di uno strumento volto a prevenire condotte illecite, o comunque non eticamente corrette, da parte di coloro che operano in nome e per conto della Società.

When national legislation or other applicable regulations address the same issue as this Ethical Code, the highest standards or most restrictive provisions shall apply. When this Code is in contradiction with applicable law, the applicable law shall apply 

Nella redazione del presente Codice si sono voluti richiamare anche i principi e i contenuti del Codice Etico adottato dal GIFASP, Gruppo di Specializzazione (facente parte di Assografici, l’Associazione Nazionale Italiana Industrie Grafiche Cartotecniche e Trasformatrici) al quale si è associata anche Pusterla 1880. Il Codice Etico di GIFAST è disponibile sul sito dell’Associazione www.gifasp.com.

2. Destinatari e ambito di applicazione 

I principi e le disposizioni del Codice sono vincolanti per i componenti degli organi sociali, i dipendenti, i prestatori di lavoro temporaneo, i consulenti e i collaboratori a qualunque titolo, gli agenti, i procuratori e qualsiasi altro soggetto che possa, in tutti i paesi nei quali Pusterla 1880 opera, agire per il conseguimento, ciascuna nell’ambito delle proprie funzioni e responsabilità, degli obiettivi di Pusterla 1880 (di seguito congiuntamente definiti le “Persone di Pusterla” o “Destinatari”). I principi alla base del Codice Etico sono estesi alle relazioni intercorrenti tra Pusterla 1880 e i propri partner commerciali, consulenti e fornitori compatibilmente con la normativa in vigore e con la natura e modalità di ciascun rapporto.

Pusterla 1880 si impegna a promuovere la conoscenza del Codice da parte delle Persone di Pusterla 1880 e degli Stakeholder e vigila sull’osservanza del Codice, predisponendo adeguati strumenti e procedure di informazione, prevenzione e controllo e intervenendo, se del caso, con azioni correttive.

3.Principi e valori

3.1 RISPETTO DEI DIRITTI UMANI 

Il rispetto dei diritti umani è fondamentale per la sostenibilità di Pusterla 1880 e delle comunità in cui opera. Pusterla 1880 si impegna a garantire che le persone siano trattate con dignità e rispetto, nel rispetto delle leggi vigenti nei Paesi nei quali opera.  La politica sui diritti umani di Pusterla è guidata da principi internazionali sui diritti umani compresi nella Dichiarazione universale dei diritti umani, nella Dichiarazione dell’Organizzazione internazionale del lavoro sui principi e diritti fondamentali sul lavoro, nel Global Compact delle Nazioni Unite e nei Principi guida delle Nazioni Unite.

In particolare, riconosce e si impegna a rispettare i dieci principi della United Nations Global Compact, i valori più alti che le Nazioni Unite raccomandano alle imprese, come sintesi dei più importanti documenti condivisi a livello internazionale in tema di diritti umani e dei lavoratori, di rispetto dell’ambiente e lotta alla corruzione. I dieci principi della United Nations Global Compact sono riportati integralmente in calce presente Codice e ne costituiscono parte integrante.

Pusterla 1880 si impegna a collaborare e incoraggiare i propri fornitori al rispetto dei principi sopra richiamati e ad adottare politiche simili all’interno delle loro attività.

Pusterla 1880 si impegna a identificare, prevenire e mitigare gli eventuali impatti negativi sui diritti umani derivanti o causati dalle proprie attività o, nel caso in cui si verifichino, adotta processi di due diligence e di mitigazione di tali impatti.

3.2 RISPETTO DI LEGGI E REGOLAMENTI VIGENTI 

Pusterla 1880 rispetta e fa rispettare, al proprio interno, le leggi vigenti negli Stati in cui svolge l’attività, nonché i principi etici di comune accettazione secondo gli standard internazionali nella conduzione degli affari. Nel perseguire tale scopo, le Persone di Pusterla devono avere consapevolezza del valore etico delle proprie azioni e non devono perseguire l’utile personale o aziendale, a discapito del rispetto assoluto delle leggi e dei principi del presente Codice. Non potranno essere in alcun modo tollerati comportamenti illeciti.

3.3 QUALITA’ DEI SERVIZI E ETICA DEGLI AFFARI 

Tutte le attività di Pusterla 1880 devono essere svolte, con onestà, integrità, correttezza e buona fede, nel rispetto degli interessi legittimi degli Stakeholder e delle collettività in cui Pusterla 1880 è presente con le proprie attività.

Tali obiettivi sono condotti sviluppando le proprie attività secondo i più elevati standard di qualità, seguendo logiche di efficienza e di apertura al mercato, preservando il valore di una leale concorrenza con gli altri operatori ed astenendosi da qualsiasi comportamento collusivo e abusivo a danno dei clienti o di terzi.

3.4 CORRETTEZZA, TRASPARENZA 

La conduzione degli affari e delle attività aziendali di Pusterla 1880 deve essere svolta in un quadro di trasparenza, onestà, correttezza, buona fede e nel pieno rispetto delle regole poste a tutela della concorrenza.

È ripudiata ogni sorta di discriminazione, di corruzione, di lavoro forzato o minorile. Sono tenuti in particolare considerazione il riconoscimento e la salvaguardia della dignità, della libertà e dell’uguaglianza degli esseri umani, la tutela del lavoro e delle libertà sindacali, della salute, della sicurezza, dell’ambiente e della biodiversità, nonché il sistema di valori e principi in materia di trasparenza, efficienza energetica e sviluppo sostenibile, così come affermati dalle Istituzioni e dalle Convenzioni Internazionali.

Pusterla 1880 nei rapporti di affari si ispira e osserva i principi di lealtà, correttezza, trasparenza, efficienza e apertura al mercato, senza distinzione di importanza dell’affare. Tutte le azioni, le operazioni e le negoziazioni compiute e, in genere, i comportamenti posti in essere dalle Persone di Pusterla nello svolgimento dell’attività lavorativa sono ispirati alla massima correttezza, alla completezza e trasparenza delle informazioni, alla legittimità sotto l’aspetto formale e sostanziale e alla chiarezza e veridicità dei documenti contabili secondo le norme vigenti e le procedure interne.

Atti di cortesia commerciale, come omaggi o forme di ospitalità, sono consentiti quando siano di modico valore e comunque tali da non compromettere l’integrità o la reputazione di una delle parti e da non poter essere interpretati, da un osservatore imparziale, come finalizzati ad acquisire vantaggi in modo improprio. In ogni caso questo tipo di spese deve essere sempre autorizzato dalla posizione definita dalle procedure e documentato in modo adeguato.

3.5 COMUNITA’ LOCALI

Pusterla 1880 contribuisce fattivamente alla promozione della qualità della vita, allo sviluppo socio-economico delle comunità in cui Pusterla 1880 opera e alla formazione di capitale umano e capacità locali, svolgendo allo stesso tempo le proprie attività d’impresa secondo modalità compatibili con una corretta pratica commerciale.

Pusterla 1880 riconosce il suo impatto sulle comunità in cui opera. Pusterla 1880 si impegna a coinvolgere le parti interessate in queste comunità per assicurare che vengano ascoltate e tener conto delle loro opinioni nella conduzione della nostra attività. Ove appropriato, ci impegniamo a mantenere un dialogo con le parti interessate su questioni relative ai diritti umani relative alla nostra attività. Riteniamo che le problematiche locali siano trattate in modo più appropriato a livello locale. Ci impegniamo inoltre a creare opportunità economiche e buona volontà nelle comunità in cui operiamo attraverso iniziative rilevanti a livello locale.

3.6 AMBIENTE DI LAVORO EVALORIZZAZIONE E RISPOETTO DELLE DIVERSITA’

Pusterla 1880 favorisce un ambiente di lavoro che, ispirato al rispetto, alla correttezza e alla collaborazione e sulla base dell’esperienza maturata nei settori di competenza, permette il coinvolgimento e la responsabilizzazione dei dipendenti e collaboratori, con riguardo agli specifici obiettivi da raggiungere e alle modalità per perseguirli.

Pusterla 1880 promuove la creazione di un ambiente caratterizzato da un forte senso di integrità etica, nella convinzione che ciò contribuisca in modo decisivo all’efficacia delle politiche e dei sistemi di controllo, influendo su comportamenti che potrebbero sfuggire anche al più sofisticato meccanismo di vigilanza. Tutte le attività di Pusterla 1880 devono essere svolte con impegno e rigore professionale, con il dovere di fornire apporti professionali adeguati alle funzioni e alle responsabilità assegnate e di agire in modo da tutelare il prestigio e la reputazione di Pusterla 1880.

Pusterla 1880 favorisce il continuo accrescimento delle competenze tecniche e professionali delle risorse umane con l’obiettivo di tutelarne e aumentarne il valore.

La nostra società apprezza la diversità delle persone con cui lavoriamo e i loro contributi. Abbiamo un impegno di lunga data per le pari opportunità e contro ogni discriminazione e molestia. Ci impegniamo a mantenere un luogo di lavoro libero da discriminazioni e molestie basate su razza, sesso, colore, origine nazionale o sociale, religione, età, disabilità, orientamento sessuale, opinione politica o qualsiasi altro status protetto dalla legge in vigore. Reclutamento, assunzione, collocamento, formazione, compensazione e avanzamento all’interno della nostra azienda si basano su qualifiche, prestazioni, abilità ed esperienza. Indipendentemente dalle caratteristiche o dallo status personale, la nostra Società non tollera comportamenti irrispettosi o inappropriati, trattamenti ingiusti o ritorsioni. Le molestie sono inaccettabili sul posto di lavoro e in qualsiasi situazione lavorativa al di fuori del luogo di lavoro. Questi principi si applicano non solo ai dipendenti dell’azienda, ma anche ai partner commerciali con cui lavoriamo.

3.7 LA CARTA ETICA NEL PACKAGING

Pusterla 1880 promuove e partecipa ad iniziative volte a favorire un sistema di progettazione, produzione, utilizzo e consumo dell’imballaggio nel quale venga messo al centro il consumatore.

A tal fine Pusterla 1880 ha aderito alla “Carta Etica del packaging” progetto nato dall’incontro tra mondo della ricerca universitaria, dell’editoria di settore, delle associazioni rappresentative delle imprese e che si è tradotto in un documento aperto che sollecita l’impegno di tutti i soggetti coinvolti nella progettazione, nella produzione, nell’utilizzo degli imballaggi. Pusterla 1880, quale firmataria del progetto, si è impegnata ad agire secondo i dieci punti della Carta, a darne opportuna diffusione, e a proporre iniziative per promuoverne i contenuti. Il contenuto della Carta è disponibile sul sito www.cartaeticadelpackaging.org.

4.Comportamento negli affari

4.1 RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Ai fini del presente Codice per Pubblica Amministrazione (di seguito “P.A.”) si intende qualsiasi ente pubblico, nonché qualsiasi persona fisica o giuridica che agisce in qualità di pubblico ufficiale o incaricato di pubblico servizio, ovvero in qualità di membro o funzionario di qualsiasi organo della Comunità Europea o di Stato estero. Nella definizione sono compresi anche i soggetti privati che, per ragioni preminenti di ordine politico o economico, adempiono ad una funzione pubblicistica posta a presidio della tutela di interessi generali. Nei rapporti con la P.A., i Destinatari promuovono relazioni rispettose dei principi etici indicati nel presente Codice, con particolare riferimento ai principi di indipendenza e trasparenza. Le relazioni con i funzionari delle amministrazioni pubbliche sono limitate alle funzioni aziendali preposte e regolarmente autorizzate nel rispetto della più rigorosa osservanza delle disposizioni di legge e regolamentari e non possono in alcun modo compromettere l’integrità e la reputazione della Società. Non sono ammesse forme aziendali di sostegno economico o di altra natura a nessuna organizzazione pubblica né a persone che la rappresentano, o a loro familiari o conviventi. E’ fatto divieto a tutte le Persone di Pusterla promettere o erogare favori o beni economici di qualsiasi natura per favorire il conseguimento di interessi aziendali. Tali prescrizioni non possono essere eluse ricorrendo a forme diverse di contribuzione che, con la formula di sponsorizzazioni, incarichi, consulenze, pubblicità etc., abbiano le stesse finalità illecite sopra richiamate. Sono consentiti atti di cortesia come omaggi o regalie, purché di modico valore e tali da poter essere considerati usuali in base alle prassi commerciali e, comunque, tali da non compromettere l’integrità e la reputazione di Pusterla 1880 e da non influenzare l’autonomia di giudizio del destinatario. La presente norma si applica anche nei Paesi in cui offrire doni di elevato valore costituisce una consuetudine. Qualora i Destinatari ricevano richieste o proposte di benefici da pubblici funzionari devono immediatamente sospendere il rapporto e segnalare il fatto all’Organismo di Vigilanza.

E’ proibito inoltre destinare a finalità diverse da quelle per cui sono stati eventualmente concessi contributi, sovvenzioni o finanziamenti ottenuti dallo Stato o da altro ente pubblico o dalle Comunità europee anche di modico valore e/o importo.

Con riferimento ai rapporti con l’Autorità giudiziaria, Pusterla 1880 si impegna a collaborare attivamente al fine di supportare le eventuali necessità dell’Autorità Giudiziaria stessa e si astiene dal porre in essere, nei confronti dei soggetti coinvolti, alcun comportamento, in qualunque modo idoneo a condizionare il modo di operare e di agire nei confronti dell’Autorità Giudiziaria stessa.

4.2 CONFLITTO DI INTERESSE

I Destinatari perseguono, nello svolgimento della propria attività e/o incarico, gli obiettivi e gli interessi generali di Pusterla 1880, nel rispetto della vigente normativa e del presente Codice.

I Destinatari sono tenuti ad evitare ogni situazione e ad astenersi da ogni attività che possa contrapporre un interesse personale all’interesse di Pusterla 1880 o che possa interferire ed intralciare la capacità di assumere, in modo imparziale ed obiettivo, decisioni nell’interesse della Società medesima. Tutti i dipendenti e collaboratori devono evitare le situazioni in cui si possano manifestare conflitti di interesse.

Parimenti, si devono astenere dall’avvantaggiarsi personalmente della posizione, delle informazioni e della discrezionalità connesse alla propria funzione.

Tutti i dipendenti e collaboratori hanno l’obbligo di segnalare ai propri diretti superiori le potenziali situazioni di conflitto di interessi in cui possono essere coinvolti.

4.3 RAPPORTI CON CLIENTI 

Nei rapporti con la propria clientela, Pusterla impronta il proprio comportamento a criteri di trasparenza, di correttezza, onestà, efficienza e professionalità e al rispetto delle norme poste a tutela della leale concorrenza.

E’ fatto obbligo alle Persone di Pusterla di:

• osservare le procedure interne per la gestione dei rapporti con i clienti;

• fornire, con efficienza e cortesia, nei limiti delle previsioni contrattuali, servizi di alta qualità che soddisfino le ragionevoli aspettative e necessità del cliente;

• fornire accurate ed esaurienti informazioni circa prodotti e servizi in modo che il cliente possa assumere decisioni consapevoli.

I contratti stipulati con la clientela e tutte le forme di comunicazione e relazione con il cliente, compresi i messaggi pubblicitari devono essere conformi alle disposizioni di legge e devono rispondere a criteri chiarezza e completezza, evitando il ricorso a qualsiasi pratica ingannevole e/o scorretta.

La Società si impegna a mantenere il totale riserbo su informazioni riservate riguardanti i propri clienti.

4.4 RAPPORTI CON I FORNITORI  

Pusterla 1880 si impegna a ricercare nei fornitori e collaboratori esterni professionalità idonea e impegno alla condivisione dei principi e contenuti del Codice e promuove la costruzione di rapporti duraturi per il progressivo miglioramento della performance nella tutela e promozione dei principi e contenuti del Codice.

Nei rapporti di appalto, di approvvigionamento e, in genere, di fornitura di beni e/o servizi e di collaborazione esterna (compresi consulenti, agenti, etc.) è fatto obbligo alle Persone di Pusterla di:

‐ osservare le procedure interne per la selezione e la gestione dei rapporti con i fornitori e i collaboratori esterni;

– non precludere ad alcun soggetto in possesso dei requisiti richiesti la possibilità di competere per aggiudicarsi una fornitura presso Pusterla 1880;

– adottare nella selezione, esclusivamente criteri di valutazione oggettivi secondo modalità dichiarate e trasparenti;

– ottenere la collaborazione di fornitori e collaboratori esterni che permettano di garantire il costante soddisfacimento delle esigenze di clienti e consumatori in misura adeguata alle loro legittime aspettative, in termini di qualità, costo e tempi di consegna;

‐ utilizzare nella misura maggiore possibile, nel rispetto delle leggi vigenti e dei criteri di legittimità delle operazioni con parti correlate, prodotti e servizi forniti da imprese di Pusterla 1880 a condizioni competitive e di mercato.

Il compenso da corrispondere dovrà essere esclusivamente commisurato alla prestazione indicata in contratto e i pagamenti non potranno in alcun modo essere effettuati a un soggetto diverso dalla controparte contrattuale né in un Paese terzo diverso da quello delle parti o di esecuzione del contratto.

5.Rapporti con il personale

5.1 GESTIONE DELLE RISORSE UMANE 

Le risorse umane sono un fattore indispensabile per l’esistenza, lo sviluppo ed il successo di un’impresa. Per questo motivo Pusterla 1880 tutela e promuove il valore delle risorse umane allo scopo di migliorare ed accrescere il patrimonio e le competenze possedute da ciascun collaboratore, anche stagionale, nel contesto organizzativo della Società.

Pusterla 1880 offre pari opportunità a tutti i dipendenti sulla base delle loro qualifiche professionali e delle capacità individuali di ciascuno, senza alcuna discriminazione di età, religione, origini etniche o geografiche, orientamento sessuale, politico o sindacale. Pertanto Pusterla 1880 si impegna ad adottare criteri di imparzialità, merito, competenza e professionalità per qualunque decisione inerente ai rapporti di lavoro con i propri dipendenti e collaboratori a qualunque titolo operanti per la stessa, nel rispetto della vigente contrattazione collettiva.

Gli ambienti di lavoro saranno improntati alla collaborazione reciproca ed a favorire lo spirito di squadra nel rispetto della personalità morale di ciascuno, e dovrà esser privo di pregiudizi, intimidazioni, illeciti condizionamenti o indebiti disagi.

Pusterla 1880 compensa i suoi dipendenti in linea con modo equilibrato con il settore e il mercato del lavoro locale. Pusterla 1880 opera nel rigoroso rispetto delle leggi e della contrattazione collettiva applicabile in materia di salari, ore di lavoro, straordinari e vantaggi.

5.2 LAVORO MINORILE O FORZATO

Pusterla 1880 proibisce l’uso in qualsiasi forma di lavoro minorile o forzato. Pusterla 1880 non stipula contratti con fornitori o subappaltatori che se ne servono.

Pusterla 1880 vieta l’impiego di persone con meno di 18 anni in posizione per cui è richiesto un lavoro pericoloso. Inoltre vieta l’assunzione di persone di età inferiore a 16 anni.

5.2 LIBERTÀ DI ASSOCIAZIONE E CONTRATTAZIONE COLLETTIVA

Pusterla 1880 rispetta il diritto dei propri dipendenti di aderire, formare o non aderire a un sindacato senza timore di ritorsioni, intimidazioni o molestie. Laddove i dipendenti sono rappresentati da un sindacato legalmente riconosciuto, Pusterla 1880 si impegna a stabilire un dialogo costruttivo con i loro rappresentanti liberamente scelti. La Società è impegnata a negoziare in buona fede con tali rappresentanti. Pusterla 1880 organizza riunioni periodiche con i nostri rappresentanti dei dipendenti per discusare apertamente e onestamente le prestazioni aziendali e risolvere eventuali problemi che le persone hanno.

5.3 ABUSO DI SOSTANZE ALCOLICHE O STUPEFACENTI

È politica della Pusterla 1880 impegnarsi nel realizzare e mantenere un ambiente di lavoro sicuro, sano e produttivo per tutto il Personale di Pusterla.

Pusterla 1880 riconosce che l’abuso (o l’uso improprio) di alcool, droghe ed altre sostanze consimili da parte dei propri dipendenti e/o collaboratori condiziona negativamente il loro dovere di una efficiente prestazione di lavoro e può avere serie conseguenze dannose per loro stessi, sulla sicurezza, efficienza e produttività degli altri dipendenti e della Società.

È fatto divieto di detenere, consumare, offrire o cedere a qualsiasi titolo sostanze stupefacenti o di analogo effetto, nel corso della prestazione lavorativa e nei luoghi di lavoro.

5.4 FUMO 

Il fumo è dannoso non solo per chi ne fa uso, ma compromette anche la salute e la sicurezza dell’ambiente di lavoro. Per questo motivo, è fatto divieto di fumare all’interno delle sedi Pusterla 1880 al fine di tutelare la salubrità dei luoghi di lavoro, nel rispetto delle persone che vi operano.

Pusterla 1880 favorisce iniziative volontarie rivolte alle persone che intendono dissuadere dal fumo e terrà in particolare considerazione la condizione di chi avverte disagio fisico per l’eventuale presenza di fumo nelle situazioni di convivenza lavorativa e chiede di essere preservato dal contatto con il “fumo passivo” sul proprio posto di lavoro.

6.Trasparenza delle contabilità e controlli interni

6.1 TRASPARENZA DELLA CONTABILITA’ 

La Società condanna qualsiasi comportamento, da chiunque posto in essere, volto ad alterare la chiarezza, la correttezza e la veridicità dei dati e delle informazioni contenute nei bilanci, nelle relazioni o nelle altre comunicazioni sociali previste per legge, dirette ai soci, al pubblico e alla società incaricata della revisione contabile. Tutti i soggetti chiamati alla formazione dei suddetti atti sono tenuti a verificare, con la dovuta diligenza, la correttezza dei dati e delle informazioni che saranno recepite per la redazione degli atti sopra indicati. Tutte le poste di bilancio, la cui determinazione e quantificazione presuppone valutazioni discrezionali delle Funzioni/Direzioni preposte, devono essere supportate da idonea documentazione e da scelte legittime, condivise e in ogni tempo sostenibili.

È vietata ogni tipo di operazione societaria suscettibile di cagionare un danno ingiusto ai creditori. È vietato porre in essere qualsiasi comportamento volto a cagionare una lesione all’integrità del patrimonio sociale. È altresì vietato compiere qualsiasi atto, simulato o fraudolento, diretto ad influenzare la volontà dei componenti dell’assemblea degli azionisti per ottenere una deliberazione differente da quella che sarebbe stata assunta.

Per ogni operazione è conservata agli atti un’adeguata documentazione di supporto dell’attività svolta, in modo da consentire:

• l’agevole registrazione contabile;

• l’individuazione dei diversi livelli di responsabilità;

• la ricostruzione accurata dell’operazione, la verifica del processo di decisione, di autorizzazione e di svolgimento della stessa anche per ridurre la probabilità di errori interpretativi.

Ciascuna registrazione deve riflettere esattamente ciò che risulta dalla documentazione di supporto, al fine di poter procedere, in ogni momento, all’effettuazione di controlli che attestino le caratteristiche e le motivazioni dell’operazione ed individuino chi ha autorizzato, effettuato, registrato, verificato l’operazione stessa. E’ compito delle Persone di Pusterla far sì che la documentazione sia facilmente rintracciabile e ordinata secondo criteri logici.

Le Persone di Pusterla che venissero a conoscenza di omissioni, falsificazioni, trascuratezze della contabilità o della documentazione su cui le registrazioni contabili si fondano, sono tenuti a riferire i fatti al proprio superiore o al proprio referente.

6.2 CONTROLLI INTERNI 

E’ politica della Pusterla 1880 diffondere a tutti i livelli una cultura caratterizzata dalla consapevolezza dell’esistenza dei controlli e dalla assunzione di una mentalità orientata all’esercizio del controllo. L’attitudine verso i controlli deve essere positiva per il contributo che questi danno al miglioramento dell’efficienza.

Per controlli interni si intendono tutti gli strumenti necessari o utili a indirizzare, gestire e verificare le attività dell’impresa con l’obiettivo di assicurare il rispetto delle leggi e delle procedure aziendali, gestire efficientemente le attività e fornire dati contabili e finanziari accurati e completi.

La responsabilità di realizzare un sistema di controllo interno efficace è comune a ogni livello della struttura organizzativa; conseguentemente tutti i dipendenti, nell’ambito delle funzioni svolte, sono responsabili della definizione e del corretto funzionamento del sistema di controllo.

Ognuno deve sentirsi custode responsabile dei beni aziendali (materiali e immateriali) che sono strumentali all’attività svolta. Nessuna Persona di Pusterla può fare uso improprio di beni e delle risorse Pusterla 1880 o permettere ad altri di farlo.

7. Salute sicurezza e ambiente

Pusterla 1880 promuove la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, dell’ambiente e della incolumità pubblica, confermando il massimo impegno nel garantire che le attività siano condotte in conformità agli accordi e agli standard internazionali e alle leggi, ai regolamenti, alle pratiche amministrative e alle politiche nazionali dei Paesi in cui opera. La gestione operativa deve fare riferimento a criteri avanzati di salvaguardia ambientale perseguendo il miglioramento continuo delle condizioni di salute e di sicurezza sul lavoro e di protezione ambientale.

Le Persone di Pusterla, nell’ambito delle proprie mansioni, partecipano attivamente al processo di prevenzione dei rischi, di salvaguardia dell’ambiente e dell’incolumità pubblica e di tutela della salute e della sicurezza nei confronti di sé stessi, dei colleghi e dei terzi.

La ricerca e l’innovazione tecnologica devono essere dedicate in particolare alla promozione di prodotti e processi sempre più compatibili con l’ambiente e caratterizzati da una sempre maggiore attenzione alla sicurezza e alla salute degli operatori nel rispetto della legislazione vigente.

Pusterla chiede inoltre la stretta e rigorosa osservanza delle misure antinfortunistiche ai terzi che operano nelle sue strutture e si assicura che coloro che vi accedono dispongano delle corrette informazioni in materia di sicurezza e siano adeguatamente equipaggiati per eseguire in modo sicuro le loro mansioni all’interno degli ambienti Pusterla 1880.

8. Riservatezza

8.1 TUTELA DE LA PROPRIETA’ INDUSTRIALE E INTELLETTUALE

Pusterla 1880 agisce nel pieno rispetto dei diritti di proprietà industriale e intellettuale legittimamente in capo alla Società stessa e a terzi, nonché delle leggi, regolamenti e convenzioni, anche in ambito comunitario e/o internazionale, a tutela di tali diritti. La proprietà intellettuale, i brevetti, i marchi registrati, i loghi, i materiali coperti da copyright, le invenzioni, i segreti commerciali e le altre informazioni interne riservate costituiscono un patrimonio di estremo valore su cui si basa la forza competitiva di Pusterla 1880.

Pusterla 1880, inoltre, favorisce e promuove l’innovazione e l’evoluzione tecnologica del prodotto e dei processi realizzati dai propri Dipendenti e da terzi che prestano la propria attività a favore della Società.

8.2 RISERVATEZZA DELLE INFORMAZIONI, DATI E DOCUMENTI

Ogni informazione ed altro materiale ottenuto da una Persona di Pusterla in relazione al proprio impiego, è strettamente di proprietà di Pusterla 1880 medesima.

I Destinatari non possono usare tali informazioni a proprio vantaggio o a vantaggio dei propri familiari, dei conoscenti e, in generale, dei terzi.

Pertanto è necessario prestare una particolare attenzione a non divulgare informazioni riservate e ad evitare ogni uso improprio di tali informazioni.

Fermi restando la trasparenza delle attività poste in essere e gli obblighi di informazione imposti dalle disposizioni vigenti, è obbligo delle Persone di Pusterla assicurare la riservatezza richiesta dalle circostanze per ciascuna notizia appresa in ragione della propria funzione lavorativa.

Le informazioni e/o qualunque altro genere di notizie, dati o documenti che abbiano il carattere di riservatezza, poiché connesse agli atti ed alle operazioni proprie di ciascuna mansione o responsabilità, non devono essere divulgate, né usate, e tanto meno comunicate, senza specifica autorizzazione.

8.3 TUTELA DELLA PRIVACY

Pusterla 1880 si impegna a proteggere le informazioni relative alle proprie Persone e ai terzi, generate o acquisite all’interno e nelle relazioni d’affari, e ad evitare ogni uso improprio di queste informazioni.

Pusterla 1880 intende garantire che il trattamento dei dati personali svolto all’interno delle proprie strutture avvenga nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità degli interessati, così come previsto dalle disposizioni normative vigenti.

Il trattamento dei dati personali deve avvenire in modo lecito e secondo correttezza e, comunque, sono raccolti e registrati solo dati necessari per scopi determinati, espliciti e legittimi.

La conservazione dei dati avverrà per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi della raccolta.

Pusterla 1880 si impegna inoltre ad adottare idonee e preventive misure di sicurezza per tutte le banche-dati nelle quali sono raccolti e custoditi dati personali, al fine di evitare rischi di distruzione e perdite oppure di accessi non autorizzati o di trattamenti non consentiti.

8.4 TECNOLOGIA

I sistemi e l’attrezzature informatiche di Pusterla 1880 non devono mai essere utilizzati per imprese esterne, attività illecite, gioco d’azzardo o pornografia. Non è consentito scaricare o salvare contenuti o programmi illegali o inopportuni da Internet sul proprio computer aziendale.

I dipendenti devono utilizzare sempre software in licenza in conformità con le condizioni del relativo contratto di licenza in essere. Non è consentito vendere, trasferire o altrimenti mettere a disposizione di qualsiasi persona non autorizzata software o documentazione relativa concessa in licenza alla Società o di sua proprietà.

Alle Persone di Pusterla è vietato:

• condividere username o password;

• accedere, scaricare, creare o inoltrare e-mail, documenti o immagini offensivi o che causino disagio in altre persone;

• installare o utilizzare hardware o software su nessuno dei sistemi delle Società se non specificamente approvato dal team informatico.

9.Attuazione del codice etico

9.1 AMBITO DI APPLICAZIONE E STRUTTURE DI RIFERIMENTO

Pusterla 1880 è impegnata ad assicurare :

• la nomina, da parte del Consiglio di Amministrazione, di un Organismo di Vigilanza deputato al controllo del funzionamento e del rispetto dei processi organizzativi e dei principi contenuti nel Codice Etico;

• la diffusione del Codice presso i Destinatari;

• un adeguato programma di formazione e sensibilizzazione continua sulle problematiche attinenti al Codice;

• l’approfondimento e l’aggiornamento del Codice al fine di adeguarlo all’evoluzione della sensibilità civile e delle normative di rilevanza per il Codice stesso;

• la messa a disposizione di ogni possibile strumento conoscitivo e di chiarimento circa l’interpretazione e l’attuazione delle norme contenute nel Codice;

• lo svolgimento di verifiche in ordine ad ogni notizia di violazione delle norme del Codice di riferimento;

• la valutazione dei fatti e la conseguente attuazione, in caso di accertata violazione, di adeguate misure sanzionatorie;

• che nessuno possa subire ritorsioni di qualunque genere per aver fornito notizie di possibili violazioni del Codice o delle norme di riferimento.

I principi e i contenuti del Codice si applicano alle Persone e alle attività di Pusterla 1880.

I rappresentanti indicati da Pusterla 1880 negli organi sociali delle partecipate, nei consorzi e nelle joint-venture promuovono i principi e i contenuti del Codice negli ambiti di rispettiva competenza.

Compete in primo luogo agli amministratori e al management dare concretezza ai principi e ai contenuti del Codice, facendosi carico delle responsabilità verso l’interno e verso l’esterno e rafforzando la fiducia, la coesione e lo spirito di gruppo, e inoltre rappresentare con il proprio comportamento un esempio per i propri collaboratori e indirizzarli all’osservanza del Codice nonché sollecitare gli stessi a formulare interrogativi e suggerimenti in merito alle singole disposizioni.

Per la piena osservanza del Codice, ciascuna Persona potrà rivolgersi, anche direttamente, all’Organismo di Vigilanza.

9.2 OBBLIGHI DI CONOSCENZA E SEGNALAZIONE DI POSSIBILI VIOLAZIONI 

Il Codice è messo a disposizione delle Persone di Pusterla in conformità alle norme applicabili ed è inoltre consultabile nei siti internet e intranet di Pusterla 1880 SpA e delle società controllate.

Ad ogni Persona di Pusterla viene chiesta la conoscenza delle norme contenute nel Codice e delle norme di riferimento che regolano l’attività svolta nell’ambito della sua funzione. I Destinatari hanno l’obbligo di:

• astenersi da comportamenti contrari a tali norme;

• selezionare accuratamente, per quanto di competenza, i propri collaboratori e indirizzarli al pieno rispetto del Codice;

• richiedere ai terzi con i quali Pusterla 1880 entra in relazioni la conferma di aver preso conoscenza del Codice;

• segnalare tempestivamente nel rispetto della modalità operative e delle procedure esistenti:

– qualsiasi notizia, di diretta rilevazione o riportata da altri, in merito a possibili loro violazioni delle norme contenute nel Codice;

– qualsiasi richiesta gli sia stata rivolta di violare tali norme;

• collaborare con l’Organismo di Vigilanza e con tutte le strutture deputate a verificare le possibili violazioni;

• adottare misure correttive immediate quando richiesto dalla situazione e, in ogni caso, impedire qualunque tipo di ritorsione.

Per i dipendenti di Pusterla 1880, il primo riferimento per i chiarimenti sui principi del Codice e sulla sua applicazione è il superiore diretto, che può fornire una risposta o indirizzare ad altre funzioni aziendali o al Comitato etico. I quesiti etici sono da trattare seriamente e chi ricopre un ruolo di responsabilità deve agevolarne la soluzione.

Anche per le segnalazioni di violazione il primo riferimento è il superiore diretto, che può mettere in atto misure correttive ed esercitare un ruolo di mediazione, oppure riportare la segnalazione al Comitato etico.

Tuttavia, il responsabile diretto non è l’unico referente possibile. Per i chiarimenti, così come per le segnalazioni, i dipendenti possono anche rivolgersi personalmente al Comitato etico. Questi canali sono incaricati anche di raccogliere eventuali segnalazioni di violazione al Codice da parte degli stakeholder esterni all’azienda.

Pusterla 1880 considera le segnalazioni effettuate in buona fede un gesto di lealtà nei confronti dell’azienda. Offre ai segnalanti la massima tutela di riservatezza; non tollera gli atti di ritorsione e sanziona chi li commette. Nello stesso spirito di lealtà, richiede che le segnalazioni siano effettuate in forma non anonima. Il Comitato Etico è raggiungibile, anche via email, attraverso gli indirizzi pubblicati sul sito internet www.pusterla1880.com.

9.3 CONTROLLO DELLE SEGNALAZIONI 

Il responsabile in Pusterla 1880 sia della raccolta delle segnalazioni sia degli eventuali chiarimenti, oltre ai diretti superiori, è il Comitato etico.

Il Comitato etico è un organismo composto da almeno tre membri, nominati dalla capogruppo Pusterla 1880 S.p.A.  I membri restano in carica per un periodo limitato di tempo definito all’atto di nomina e hanno il compito di:

• rispondere a richieste di chiarimento sul Codice etico,

• ricevere ed esaminare le segnalazioni di violazione,

• decidere se aprire una procedura di accertamento della segnalazione,

• fornire risposta ai segnalanti in merito a tale decisione.

Il Comitato etico è stato creato per mettere a disposizione dei dipendenti e degli stakeholder un canale specifico di comunicazione sui temi del Codice etico.

9.4 VALORE CONTRATTUALE

L’osservanza delle norme del Codice deve considerarsi parte essenziale delle obbligazioni contrattuali di tutte le Persone di Pusterla ai sensi e per gli effetti della legge applicabile.

La violazione dei principi e dei contenuti del Codice potrà costituire inadempimento alle obbligazioni primarie del rapporto di lavoro o illecito disciplinare, con ogni conseguenza di legge anche in ordine alla conservazione del rapporto di lavoro, e comportare il risarcimento dei danni dalla stessa derivanti.

I 10 PRINCIPI DEL GLOBAL COMPACT

I DIECI PRINCIPI DEL GLOBAL COMPACT RELATIVI AI DIRITTI UMANI, AL LAVORO, ALL’AMBIENTE E ALLA LOTTA ALLA CORRUZIONE SONO CONDIVISI UNIVERSALMENTE IN QUANTO DERIVATI DA:

  • LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’UOMO
  • LA DICHIARAZIONE DELL’ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO
  • LA DICHIARAZIONE DI RIO SULL’AMBIENTE E LO SVILUPPO
  • LA CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNITE CONTRO LA CORRUZIONE

DIRITTI UMANI

  • PRINCIPIO I : ALLE IMPRESE È RICHIESTO DI PROMUOVERE E RISPETTARE I DIRITTI UMANI UNIVERSALMENTE RICONOSCIUTI NELL’AMBITO DELLE RISPETTIVE SFERE DI INFLUENZA; E
  • PRINCIPIO II : DI ASSICURARSI DI NON ESSERE, SEPPURE INDIRETTAMENTE, COMPLICI NEGLI ABUSI DEI DIRITTI UMANI.

LAVORO

  • PRINCIPIO III : ALLE IMPRESE È RICHIESTO DI SOSTENERE LA LIBERTÀ DI ASSOCIAZIONE DEI LAVORATORI E RICONOSCERE IL DIRITTO ALLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA;
  • PRINCIPIO IV : L’ELIMINAZIONE DI TUTTE LE FORME DI LAVORO FORZATO E OBBLIGATORIO;
  • PRINCIPIO V : L’EFFETTIVA ELIMINAZIONE DEL LAVORO MINORILE; E
  • PRINCIPIO VI : L’ELIMINAZIONE DI OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE IN MATERIA DI IMPIEGO E PROFESSIONE;

AMBIENTE

  • PRINCIPIO VII : ALLE IMPRESE È RICHIESTO DI SOSTENERE UN APPROCCIO PREVENTIVO NEI CONFRONTI DELLE SFIDE AMBIENTALI;
  • PRINCIPIO VIII : DI INTRAPRENDERE INIZIATIVE CHE PROMUOVANO UNA MAGGIORE RESPONSABILITÀ AMBIENTALE; E
  • PRINCIPIO IX : DI INCORAGGIARE LO SVILUPPO E LA DIFFUSIONE DI TECNOLOGIE CHE RISPETTINO L’AMBIENTE.

LOTTA ALLA CORRUZIONE

  • PRINCIPIO X : LE IMPRESE SI IMPEGNANO A CONTRASTARE LA CORRUZIONE IN OGNI SUA FORMA, INCLUSE L’ESTORSIONE E LE TANGENTI.

Il codice etico di Pusyerla 1880 è scaricabile al seguente link

DOC-13ITA -DOCG011A – CODICE ETICO 2019

Questo post è disponibile anche in: Inglese, Francese